Edizione 2016 di Udine

Nel cuore d’una fervente città si snoda una rete di parole, di valori condivisi nel mondo interconnesso.

Scopri i libri presentati all’edizione 2016 di Udine:

Literacy Edizione 2016 Udine

Scopri i libri presentati all'edizione 2016 di Udine:

The Embodied Mind

"The Embodied Mind Cognitive science and human experience" di F. Varela, E. Thompson, E. Rosch

In questo libro il biologo cileno Francisco Varela ci propone una visione “rivoluzionaria” che integra gli aspetti “neurologici” enfatizzati dall’approccio modulare e funzionale della scienza classica con gli aspetti di tipo “fenomenologico” che valorizzano l’esperienza personale quale variabile chiave per la comprensione della relazione tra soggetto ed ambiente. In questo studio sono contenute le basi dell’approccio che prende successivamente il nome di “Neurofenomenologia”.

Dentro-la-società-interconnessa-Dominici

"Dentro la società interconnessa. Prospettive etiche per un nuovo ecosistema della comunicazione" di Piero Dominici

L’attuale ecosistema della comunicazione, fondato su un’economia della condivisione e dell’immateriale, ci porta a riflettere criticamente e valutare le straordinarie potenzialità, ma anche le numerose criticità, della moderna prassi comunicativa e tecnologica: un cambiamento radicale di codici, culture, modalità di produzione e condivisione, gerarchie (processi di disintermediazione e re-intermediazione) – una vera trasformazione antropologica (1996) – dalle numerose implicazioni in termini di cambiamento di paradigma, ma anche e soprattutto di ripensamento degli stessi concetti di cittadinanza e inclusione (non solo digitale), con ricadute notevoli su identità e soggettività in gioco.

Complessità-ecosistemi-creatività

"Complessità, ecosistemi, creatività. Una visione organica della conoscenza e della mente nella natura" di Paolo Dell’Aversana

In questo libro la creatività umana è interpretata alla luce dello stretto legame tra processi cognitivi e processi naturali, attraverso una visione di forte interconnessione tra mondo fisico e mentale. La tesi centrale è che la creatività emerga come proprietà globale di tipo ecosistemico e sia legata ai flussi oscillanti di energia, materia e informazioni nell’ambiente. Il processo creativo si attua laddove sussista la capacità umana di organizzare e sostenere la complessità di tali flussi. Nel libro sono descritti alcuni modelli matematici e molti esempi della relazione tra creatività e complessità, sia in ambito scientifico, sia artistico e musicale.

The-wholeness-of-nature

"The Wholeness of Nature. Goethe’s way of Science" di Henri Bortoft

Il libro descrive in modo esauriente come l’approccio goethiano alla Scienza possa rappresentare un prezioso complemento alla modalità analitica ordinaria di accostarsi ai fenomeni della Natura. Attraverso la teoria dei colori e la visione del mondo organico vegetale ed animale di Goethe, diventa comprensibile il modo con cui cogliere la Totalità nei fenomeni ed accedere ad una conoscenza nella quale l’umano non è mero osservatore ma soggetto attivo e partecipe di un processo dinamico e generativo.

I-sette-saperi-Morin

"I sette saperi necessari all’educazione del futuro" di Edgar Morin

Come considerare il mondo nuovo che ci travolge? Su quali concetti essenziali dobbiamo fondare la comprensione del futuro? Su quali basi teoriche possiamo appoggiarci per vincere le sfide che si accumulano? Rispondendo a una proposta dell’UNESCO, Edgar Morin, che ha consacrato gran parte della sua opera ai problemi di una “riforma del pensiero” e di una conoscenza adeguata, propone qui sette saperi “fondamentali” che l’educazione dovrebbe trattare in ogni società e in ogni cultura. Questo piccolo testo luminoso, sintesi di tutta un’opera e di tutta una vita, è già stato diffuso in molti paesi del mondo e ha aiutato uomini e donne ad affrontare meglio il loro destino e a meglio comprendere il nostro pianeta.

Arte e Complessità

Arte e Complessità a cura di Pier Luigi Capucci e Simonetta Simoni

“Arte e complessità” è stato il tema intorno al quale si è svolto il Festival della Complessità a Bologna nel Luglio 2017. Questa edizione ha avuto luogo nella cornice dell’evento internazionale art*science 2017/Leonardo 50 – Il Nuovo e la Storia, tre giorni di eventi e conferenze dedicati da un lato ai cinquant’anni del magazine Leonardo, pubblicato da MIT Press, la rivista più autorevole sulle relazioni tra arti, scienze e tecnologie.

Carlo di Borbone e le eredità Medici e Farnese di Alessia De Santis

A ridosso della guerra di successione polacca, si verificarono gli eventi che portarono alla costituzione di tutti i più importanti musei italiani, come oggi li conosciamo. Da Firenze a Napoli passando per Roma, un sottile filo rosso ha unito le principali famiglie italiane del Rinascimento e così pure ha posto in relazione quelli che oggi sono musei come la Galleria degli Uffizi e Palazzo Pitti a Firenze, la Galleria Corsini e i Musei Capitolini a Roma, tutti i siti borbonici a Napoli e dintorni.

Nella mente dell'artista

Nella mente dell’artista. Il successo è spesso frutto del piano B di Will Gompertz

Perché sembra che per alcuni sia più facile sfornare idee brillanti? E come si fa a trasformarle in profitto? Dopo anni di amicizia con alcuni dei più grandi artisti del mondo, Will Gompertz, esperto d’arte della BBC, ha scoperto una manciata di caratteristiche comuni a tutti loro.

Reinventare il sacro

Reinventare il Sacro di Stuart Kauffman

I progressi della scienza degli ultimi quattro secoli hanno preteso un prezzo elevato: un divario sempre più ampio tra fede e ragione. Nella sua forma più estrema, il riduzionismo sostiene che tutta la realtà, dagli organismi a una coppia di innamorati a passeggio, sia fatta di sole particelle: le società devono essere spiegate da leggi sulle persone, che sono spiegate da leggi sugli organi, sulle cellule, dalla chimica e infine dalla fisica delle particelle. Per Kauffman il solo riduzionismo è inadeguato sia a praticare la scienza sia a comprendere la realtà.

Il Metodo 6. Etica

Il Metodo 6 – Etica di Edgar Morin

Nel sesto volume del suo Metodo, in un certo senso sintesi dell’intera opera, Edgar Morin prende avvio dalla crisi contemporanea, propriamente occidentale, dell’etica e infine vi ritorna dopo un’analisi al tempo stesso antropologica, storica e filosofica. Se non si può dedurre da un sapere, il dovere ha però bisogno di un sapere, cioè di pensiero e di riflessione.

Artisti della fame

Artisti della fame Storie di viventi alle prese con il cibo di Roberto Masiero

Cosa e come mangiava l’australopiteco Lucy circa tre milioni di anni fa? Perché Kafka ha scritto un racconto dal titolo Un artista della fame? Cosa ha mosso un digiunatore quale Rabelais a scrivere Gargantua e Pantagruel e un poeta come Holderlin a intitolare una poesia Pane e vino? Quante volte abbiamo sentito la frase: l’uomo è ciò che mangia. Viene da un grande filosofo dei primi dell’Ottocento, Ludwig Feuerbach.

>> Guarda i libri presentati nel 2018 al Literacy Meeting nazionale: clicca qui!

>> Guarda i libri presentati nel 2018 all’edizione speciale del  Literacy Meeting su “Politica ed Economia”: clicca qui!

>> Guarda i libri presentati nel 2017 al Literacy Meeting nazionale: clicca qui!

>> Guarda i libri presentati nel 2016 al Literacy Meeting nazionale: clicca qui!

>> Guarda i libri presentati nel 2016 al Literacy Meeting di Conoscenza in Festa ad Udine: clicca qui!

>> Guarda i libri presentati nel 2015: clicca qui! 

>> Guarda i libri presentati nel 2014: clicca qui! 

per informazioni:
complex.institute@gmail.com

Cell. +39-327-3523432