Libri presentati dai Lettori - SchedeLiteracy Meeting di Udine 2016News

The Embodied Mind – al Literacy Meeting 2016 di Udine

Dario Simoncini - Complexity Literacy Meeting

The Embodied Mind

Cognitive science and human experience

di F. Varela, E. Thompson, E. Rosch

pubblicato nel 1992 da MIT Press

Per il Complexity Literacy Meeting di Udine 2016, Dario Simoncini – Docente presso la Complexity Management School e Professore Associato di Organizzazione Aziendale e di Comunicazione Aziendale presso l’Università D’Annunzio di Pescara – ha scelto di presentare come Libro Consigliato: 

The Embodied Mind

Chi sono gli Autori:

Francisco Varela (Santiago del Cile, 7 settembre 1946 – Parigi, 28 maggio 2001) è stato un biologo, filosofo, neuroscienziato ed epistemologo cileno. Ha dato importanti contributi nei campi della biologia, dell’immunologia, delle neuroscienze, negli studi sull’intelligenza artificiale, nella cibernetica, nella teoria dei sistemi complessi e nell’epistemologia. Varela diventa buddista tibetano nel 1970. Nel 1987 insieme ad Adam Engle, Varela fondò il Mind and Life Institute (MLI), inizialmente per sponsorizzare una serie di dialoghi tra gli scienziati e Sua Santità Il Dalai Lama sulla relazione tra la scienza moderna e il buddismo. Varela era un fautore della Embodied Philosophy, la quale enuncia che la cognizione e la coscienza umana possono essere capite unicamente nei termini delle strutture enattive da cui provengono, vale a dire il corpo ed il mondo fisico con il quale il corpo interagisce. Varela ha introdotto nelle neuroscienze il concetto di neurofenomenologia, basata sugli scritti fenomenologici di Edmund Husserl e di Maurice Merleau-Ponty. Ha anche promosso la cosiddetta “scienza in prima persona”, con la quale l’osservatore esamina la sua esperienza della coscienza usando dei metodi con i quali è possibile fare delle verifiche scientifiche. (da Wikipedia)

Evan Thompson (nato nel 1962) è professore di filosofia all’Università della British Columbia. Scrive di scienza cognitiva, fenomenologia, filosofia della mente e filosofia interculturale, in particolare la filosofia buddista in dialogo con la filosofia occidentale della mente e la scienza cognitiva. (da Wikipedia)

Eleanor Rosch (nata nel 1938) è stata professoressa di psicologia all’Università della California, Berkeley, specializzata in psicologia cognitiva e principalmente nota per il suo lavoro sulla categorizzazione, in particolare la sua teoria dei prototipi, che ha influenzato profondamente il campo della psicologia cognitiva. (da Wikipedia)

Breve descrizione dei contenuti del Libro (dalla bandella laterale):

This classic book, first published in 1991, was one of the first to propose the “embodied cognition” approach in cognitive science. It pioneered the connections between phenomenology and science and between Buddhist practices and science, claims that have since become highly influential. Through this cross-fertilization of disparate fields of study, The Embodied Mind introduced a new form of cognitive science called “enaction”, in which both the environment and first person experience are aspects of embodiment. However, enactive embodiment is not the grasping of an independent, outside world by a brain, a mind, or a self; rather it is the bringing forth of an interdependent world in and through embodied action. Although enacted cognition lacks an absolute foundation, the book shows how that does not lead to either experiential or philosophical nihilism. Above all, the book’s arguments were powered by the conviction that the sciences of mind must encompass lived human experience and the possibilities for transformation inherent in human experience.

Ecco perché Dario Simoncini consiglia la lettura di questo libro:

“Negli ultimi decenni è stato sempre più grande il numero di persone che si sono sentite strette nel modo in cui si è tradizionalmente intesa ed applicata la scienza e con essa i concetti di “mente” e di “conoscenza”. Ed è per questo che molti studiosi hanno cercato di fornire nuove strade interpretative ad una visione riduttiva e meccanicistica del binomio “mente-conoscenza”, fondato sull’idea che la conoscenza è il risultato di un processo sequenziale e che trova la sua localizzazione nella mente.
In questo libro il biologo cileno Francisco Varela ci propone una visione “rivoluzionaria” che integra gli aspetti “neurologici” enfatizzati dall’approccio modulare e funzionale della scienza classica con gli aspetti di tipo “fenomenologico” che valorizzano l’esperienza personale quale variabile chiave per la comprensione della relazione tra soggetto ed ambiente. In questo studio sono contenute le basi dell’approccio che prende successivamente il nome di “Neurofenomenologia”.
Si tratta di un viaggio nella “circolarità profonda” che permette di spiegare come la mente non possa che riflettere l’esperienza “immediata” della persona quando attiva il mondo agendo. La conoscenza non è dunque la rappresentazione di un mondo “altro”, “esterno” e “dato” quanto piuttosto l’emergenza di un sistema composto da una varietà di azioni che rappresentano il mondo . Mente e conoscenza emergono con il mondo, sono costitutive del mondo.
Un nuovo modo di intendere la scienza: non più come lo studio di una realtà oggettiva, separata dal nostro corpo, dal nostro sapere, dalle nostre diversità. Non più modelli universali fondati sull’accoppiamento rigido e predeterminato tra simbolo e significato. Una scienza invece che si fondi su metodologie capaci di comprendere la relazione circolare e costruttiva uomo-mondo valorizzandone le specificità. Affascinante …”

Scarica la scheda del libro “Embodied Mind. Cognitive science and human experience”:

Per sapere di più sul Complexity Literacy Meeting:

CLICCA QUI!

Per approfondimenti:

Leggi la biografia di Francisco Varela su Wikipedia: clicca qui! e l’articolo su Wikipedia dedicato a “Embodied Cognition” (in inglese): clicca qui!

Leggi l’intervista fatta a Francisco Varela nel 2001 da Sergio Benvenuto: clicca qui! 

Guarda un breve video di Francisco Varela (in inglese): 

per informazioni:
complex.institute@gmail.com

Cell. +39-327-3523432

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.