Literacy Meeting 2017Network AnalysisNewsReti

Complexity Literacy Network – Le reti delle keyword

Le keyword e le references di connessione tra i libri

Durante il Complexity Literacy Meeting 2017, evento organizzato dal Complexity Institute ad Abano Terme (PD) a novembre, sono stati presentati 12 libri legati ai temi della complessità:

Autore, Titolo Presentato da
Dell’Aversana, “NEUROBIOLOGICAL BACKGROUND OF EXPLORATION GEOSCIENCES” Paolo Dell’Aversana
Slow Medicine, “LE PAROLE DELLA MEDICINA CHE CAMBIA” Antonio Bonaldi
Magnani, “PERSONE E RISULTATI” Andrea Magnani
Goisis, “DIONISO E L’EBBREZZA DELLA MODERNITÀ” Enrico Cerni
Watzlawick, “PRAGMATICA DELLA COMUNICAZIONE UMANA” Marinella De Simone
Formica, “ENTREPRENEURIAL RENAISSANCE” Piero Formica
Fumarco, “LE VIE DELLA COMPLESSITÀ” Marco Bevilacqua
Gnudi, “LA GESTALT NELLE ORGANIZZAZIONI” Franco Gnudi
Pinkola Estés, “DONNE CHE CORRONO COI LUPI” Marco Matera
Floridi, “LA QUARTA RIVOLUZIONE” Simonetta Simoni
Merciai, “LA PSICOANALISI NELLE TERRE DI CONFINE” Eusebio Balocco
Bakewell, “AL CAFFÈ DEGLI ESISTENZIALISTI” Giuseppe Zollo

 

Ai partecipanti è stato chiesto, al termine di ogni presentazione, di esprimere tre parole chiave (keywords) e tre letture suggerite (references) in connessione al libro illustrato.

Massimo Conte  – Instructional Designer e Formatore – ha elaborato i dati e realizzato le visualizzazioni dati che seguono.

La Rete delle parole chiave dei libri presentati al Complexity Literacy Meeting 2017 è molto densa; in blu sono riportati i 12 libri presentati e discussi, mentre in arancione i 405 concetti espressi in connessione ai libri, in base all’opinione dei partecipanti.

Qui sotto la rete interattiva tra libri e keyword:

 

 

Come funziona la rete interattiva:

  • utilizzando il campo in alto a sinistra, cliccando sulle frecce o inserendo un numero, è possibile ridurre i nodi visualizzati. In questo modo, si abbassa il “rumore di fondo” per analizzare soltanto i concetti ricorrenti, che collegano più libri;
  • passando il mouse su un nodo, si attivano le connessioni tra questo i nodi vicini;
  • utilizzando rotella del mouse è possibile ingrandire l’immagine della rete.

Poiché parliamo di una rete, è possibile analizzare le caratteristiche dei nodi con alcuni indicatori di Social Network Analysis.

Partiamo dai libri (nodi blu): per Degree si intende il numero di connessioni di ogni nodo; per Relevance si intende la rilevanza di ogni nodo basata sul suo numero di connessioni e quella dei nodi ai quali è connesso.

I due indicatori mostrano aspetti diversi: i libri di Formica (58) e di Slow Medicine (55) hanno complessivamente un alto numero di connessioni (a parole chiave), ma la rilevanza dei nodi ai quali sono connessi non è la più alta.

Al contrario, i libri di Goisis e Dell’Aversana, pur avendo un numero minore di connessioni, cioè keyword suggerite, hanno una rilevanza più alta. Sono cioè connessi alle parole chiave centrali nella rete.

Il libro di Watzlawick è quello con Degree e Relevance più alte: è cioè fra i più connessi, ed è connesso ai nodi a loro volta più rilevanti nella rete.

Testo Degree Relevance
Goisis, “DIONISO E L’EBBREZZA DELLA MODERNITÀ” 52 1,00
Watzlawick, “PRAGMATICA DELLA COMUNICAZIONE UMANA” 56 0,95
Dell’Aversana, “NEUROBIOLOGICAL BACKGROUND OF EXPLORATION GEOSCIENCES” 49 0,90
Formica, “ENTREPRENEURIAL RENAISSANCE” 58 0,88
Slow Medicine, “LE PAROLE DELLA MEDICINA CHE CAMBIA” 55 0,85
Magnani, “PERSONE E RISULTATI” 54 0,76
Gnudi, “LA GESTALT NELLE ORGANIZZAZIONI” 37 0,72
Fumarco, “LE VIE DELLA COMPLESSITÀ” 46 0,64
Floridi, “LA QUARTA RIVOLUZIONE” 34 0,56
Bakewell, “AL CAFFÈ DEGLI ESISTENZIALISTI” 33 0,43
Pinkola Estés, “DONNE CHE CORRONO COI LUPI” 39 0,39
Merciai, “LA PSICOANALISI NELLE TERRE DI CONFINE” 23 0,36

Le prime 10 keyword

Vediamo brevemente alcuni indicatori di Social Network Analysis anche per le keyword:

  • Degree: numero di connessioni del nodo/keyword (cioè a quanti libri è stato suggerito come collegato visti gli argomenti trattati);
  • Relevance: rilevanza di ogni nodo basata sul suo numero di connessioni e quella dei nodi ai quali è connesso;
  • Betweenness: numero di volte che un nodo è posizionato nel percorso più breve tra due nodi qualsiasi della rete; ne esprime la centralità;
  • Closeness: quanto un nodo è “vicino” agli altri nodi della rete, cioè quanti salti servono in media per arrivare dal nodo in questione agli altri nodi della rete.
Keyword  Degree  Relevance  Betweenness  Closeness
consapevolezza 6 0,51 5254,20 0,35
rete 6 0,49 4725,89 0,35
cambiamento 5 0,44 6008,56 0,34
libertà 4 0,36 3343,49 0,33
relazioni 4 0,35 2661,29 0,32
emozione 4 0,33 1204,40 0,30
corpo 5 0,32 2113,18 0,31
responsabilità 4 0,31 1510,18 0,31
fiducia 4 0,30 2772,78 0,31
connessioni 4 0,29 2536,55 0,31

 

Alcuni spunti:

  • Consapevolezza è il termine con il Degree più alto (insieme a Rete) e la Relevance più alta (i nodi a cui è connesso sono i più rilevanti);
  • Cambiamento è invece il termine con la Betweenness più alta; pur non essendo quello con più connessioni è il termine che si trova maggiormente nel percorso più breve tra due parole qualsiasi della rete;
  • Emozione è il nodo con la Closeness e Betweenness più basse, tra i top performer presentati in questa tabella; questo significa che, pur avendo un numero alto di connessioni e rilevanza, è meno centrale degli altri, cioè è un nodo importante, ma meno collegato degli altri.

 

Riducendo la visualizzazione soltanto ai primi 10 termini, la rete si presenta così:

 


Di seguito la matrice con la distribuzione dei primi 10 termini della rete.

la matrice delle keyword tra i libri presentati al Complexity Literacy Meeting 2017

Al clic sull’immagine si può visualizzare la versione interattiva.

Nella prima colonna a sinistra sono elencati i primi 10 termini già citati, nella prima riga in alto i testi presentati al Complexity Literacy Meeting 2017.

Le celle in verde indicano il numero di volte che i partecipanti hanno ritenuto che quel termine fosse collegato a quel libro. Ad esempio, il termine Cambiamento è stato indicato come collegato ai libri:

  • Formica, “ENTREPRENEURIAL RENAISSANCE”
  • Fumarco, “LE VIE DELLA COMPLESSITÀ”
  • Gnudi, “LA GESTALT NELLE ORGANIZZAZIONI”
  • Goisis, “DIONISO E L’EBBREZZA DELLA MODERNITÀ”
  • Magnani, “PERSONE E RISULTATI”

Il verde più scuro indica il maggior numero di occorrenze, ovvero i termini più volte collegati ad un determinato libro.

 

Come si evidenzia dall’immagine della rete di seguito, il termine Consapevolezza è invece comune ai libri:

  • Dell’Aversana, “NEUROBIOLOGICAL BACKGROUND OF EXPLORATION GEOSCIENCES”
  • Formica, “ENTREPRENEURIAL RENAISSANCE”
  • Goisis, “DIONISO E L’EBBREZZA DELLA MODERNITÀ”
  • Gnudi, “LA GESTALT NELLE ORGANIZZAZIONI”
  • Magnani, “PERSONE E RISULTATI”
  • Merciai, “LA PSICOANALISI NELLE TERRE DI CONFINE”

 

Il concetto di Rete (immagine successiva) è stato invece indicato dai partecipanti al Complexity Literacy Meeting in connessione a:

  • Floridi, “LA QUARTA RIVOLUZIONE”
  • Bakewell, “AL CAFFÈ DEGLI ESISTENZIALISTI”
  • Gnudi, “LA GESTALT NELLE ORGANIZZAZIONI”
  • Watzlawick, “PRAGMATICA DELLA COMUNICAZIONE UMANA”
  • Slow Medicine, “LE PAROLE DELLA MEDICINA CHE CAMBIA”
  • Dell’Aversana, “NEUROBIOLOGICAL BACKGROUND OF EXPLORATION GEOSCIENCES”

 

Conclusione

Consapevolezza, Rete e Cambiamento: tre delle parole chiave che connettono la rete di libri e keyword del Literacy Meeting 2017.

Consapevolezza dei fenomeni presenti nella società, nelle organizzazioni, ma anche nel rapporto tra mente e corpo.

Rete come connessione tecnologica, filosofica, come metafora organizzativa ma anche come interdisciplinarità dei saperi.

Cambiamento come elemento imprescindibile della società, che va governato e affrontato tanto nelle aziende quanto negli individui.

Va specificato che i 12 libri presentati nel Complexity Literacy Meeting non sono stati scelti dagli organizzatori, ma presentati spontaneamente dai partecipanti: si tratta quindi, di un elenco apparentemente casuale.

La rete costruita dai partecipanti, semplicemente indicando tre parole chiave per ogni libro, ha creato degli attrattori, dei significati emergenti che fanno da collante tra libri così diversi tra loro. Libri che trattano di Filosofia, Sociologia, Politica, Comunicazione, Geoscienze, Medicina, Psicologia e Neuroscienze. L’esplorazione della complessità è stata (ed è) quindi decisamente interdisciplinare, come è per sua natura questo approccio alla conoscenza.

Al clic sull’immagine si può visualizzare la sua versione interattiva.


 >> Esplora il Complexity Literacy References, oltre 200 libri collegati ai 12 presentati nel 2017: clicca qui!

>> Guarda i libri presentati nel 2017: clicca qui! 

 

per informazioni:
complex.institute@gmail.com

Cell. +39-327-3523432

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.