ComplessitàNeuroscienzeSaggi

“The Embodied Mind” di Franciso Varela, Evan Thompson, Eleanor Rosch

The embodied mind

In occasione dell’evento Conoscenza in Festa di Udine ed all’interno del Festival della Complessità, il Complexity Institute nei giorni di venerdì 1 e sabato 2 luglio 2016 organizza un Complexity Literacy Meeting dedicato al tema della conoscenza e dei suoi limiti:

Dialoghi Letterari su Conoscenza e Ignoranza

Per vedere il programma del Complexity Literacy Meeting di Udine: clicca qui!

Conoscenza in Festa 2016

Cosa sono i Complexity Literacy Meeting?

  • Complexity” è il modo in cui vengono declinati i libri presentati e le domande che vengono poste
  • “Literacy” è la diffusione della cultura attraverso la lettura ed il dialogo attorno ai libri
  • Meeting” è un’occasione di incontro, di conoscenza tra le persone e di apprendimento personale

Complexity Literacy Meeting combinano presentazioni di libri sia di saggistica che di narrativa, sia “classici” che appena pubblicati, distinguendo tra i libri che si sono letti, i “Libri consigliati dai Lettori”, ed i libri che si sono scritti, “I Libri presentati dagli Autori”. Alle presentazioni fanno seguito i dialoghi con i partecipanti sui temi presentati, per approfondirne ulteriormente i vari aspetti.

COMPLEXITY-LITERACY-750

Tra i “Libri Consigliati dai Lettori”, Dario Simoncini presenta:

“Embodied Mind. Cognitive science and human experience”

pubblicato nel 1992

da MIT Press

Ecco una breve descrizione dei contenuti del libro (dalla bandella laterale del libro):

The Embodied Mind provides a unique, sophisticated treatment of the spontaneous and reflective dimension of human experience. The authors argue that only by having a sense of common ground between mind in Science and mind in experience can our understanding of cognition be more complete. Toward that end, they develop a dialogue between cognitive science and Buddhist meditative psychology and situate it in relation to other traditions such as phenomenology and psychoanalysis.

varela 1

Ecco perché Dario Simoncini consiglia questo libro:

Negli ultimi decenni è stato sempre più grande il numero di persone che si sono sentite strette nel modo in cui si è tradizionalmente intesa ed applicata la scienza e con essa i concetti di “mente” e di “conoscenza”. Ed è per questo che molti studiosi hanno cercato di fornire nuove strade interpretative ad una visione riduttiva e meccanicistica del binomio “mente-conoscenza”, fondato sull’idea che la conoscenza è il risultato di un processo sequenziale e che trova la sua localizzazione nella mente.
In questo libro il biologo cileno Francisco Varela ci propone una visione “rivoluzionaria” che integra gli aspetti “neurologici” enfatizzati dall’approccio modulare e funzionale della scienza classica con gli aspetti di tipo “fenomenologico” che valorizzano l’esperienza personale quale variabile chiave per la comprensione della relazione tra soggetto ed ambiente. In questo studio sono contenute le basi dell’approccio che prende successivamente il nome di “Neurofenomenologia”.
Si tratta di un viaggio nella “circolarità profonda” che permette di spiegare come la mente non possa che riflettere l’esperienza “immediata” della persona quando attiva il mondo agendo. La conoscenza non è dunque la rappresentazione di un mondo “altro”, “esterno” e “dato” quanto piuttosto l’emergenza di un sistema composto da una varietà di azioni che rappresentano il mondo . Mente e conoscenza emergono con il mondo, sono costitutive del mondo.
Un nuovo modo di intendere la scienza: non più come lo studio di una realtà oggettiva, separata dal nostro corpo, dal nostro sapere, dalle nostre diversità. Non più modelli universali fondati sull’accoppiamento rigido e predeterminato tra simbolo e significato. Una scienza invece che si fondi su metodologie capaci di comprendere la relazione circolare e costruttiva uomo-mondo valorizzandone le specificità.
Affascinante …

SCARICA LA SCHEDA DEL LIBRO “EMBODIED MIND”:

 


>> Per saperne di più sui Complexity Literacy Meeting: leggi qui!

LOGO_fondo color_300


Per approfondimenti:

>> Leggi la biografia di Francisco Varela su Wikipedia: clicca qui! e l’articolo su Wikipedia dedicato a “Embodied Cognition” (in inglese): clicca qui!

>> Leggi l’intervista fatta a Francisco Varela nel 2001 da Sergio Benvenuto: clicca qui! 

>>  Guarda un breve video di Francisco Varela (in inglese): 


per informazioni:
complex.institute@gmail.com

Cell. +39-327-3523432