ComplessitàSaggi

“Complessità, ecosistemi, creatività” di Paolo dell’Aversana

Complessità ecosistemi creatività - Dell'Aversana

In occasione dell’evento Conoscenza in Festa di Udine ed all’interno del Festival della Complessità, il Complexity Institute nei giorni di venerdì 1 e sabato 2 luglio 2016 organizza un Complexity Literacy Meeting dedicato al tema della conoscenza e dei suoi limiti:

Dialoghi Letterari su Conoscenza e Ignoranza

Per vedere il programma del Complexity Literacy Meeting di Udine: clicca qui!

Cosa sono i Complexity Literacy Meeting?

  • Complexity” è il modo in cui vengono declinati i libri presentati e le domande che vengono poste
  • Literacy” è la diffusione della cultura attraverso la lettura ed il dialogo attorno ai libri
  • Meeting” è un’occasione di incontro, di conoscenza tra le persone e di apprendimento personale

Complexity Literacy Meeting combinano presentazioni di libri sia di saggistica che di narrativa, sia “classici” che appena pubblicati, distinguendo tra i libri che si sono letti, i “Libri consigliati dai Lettori”, ed i libri che si sono scritti, “I Libri presentati dagli Autori”. Alle presentazioni fanno seguito i dialoghi con i partecipanti sui temi presentati, per approfondirne ulteriormente i vari aspetti.

Conoscenza in Festa 2016

Tra i “Libri Presentati dagli Autori”, Paolo Dell’Aversana presenta il suo libro:

“Complessità, ecosistemi, creatività: una visione organica della conoscenza e della mente nella natura”

pubblicato nel 2015

con Amazon Kindle Direct Publishing


Breve descrizione dei contenuti del libro (da bandella laterale):

In questo libro la creatività umana è interpretata alla luce dello stretto legame tra processi cognitivi e processi naturali, attraverso una visione di forte interconnessione tra mondo fisico e mentale. La tesi centrale è che la creatività emerga come proprietà globale di tipo ecosistemico e sia legata ai flussi oscillanti di energia, materia e informazioni nell’ambiente. Il processo creativo si attua laddove sussista la capacità umana di organizzare e sostenere la complessità di tali flussi. Nel libro sono descritti alcuni modelli matematici e molti esempi della relazione tra creatività e complessità, sia in ambito scientifico, sia artistico e musicale.

Quali sono secondo Paolo Dell’Aversana le possibili declinazioni in ambito sistemico e complesso che scaturiscono dalla lettura del libro:

Il libro offre nuovi spunti di riflessione sulle relazioni tra complessità in natura e processi creativi umani. La lettura di questo saggio può suggerire inediti scenari di ricerca e applicazione in molteplici settori scientifici e in vari campi dell’epistemologia. In quasi tutti i capitoli, l’analisi teorica è affiancata da considerazioni pratiche riguardanti l’analisi e la gestione dei sistemi complessi naturali e delle organizzazioni umane, come le comunità scientifiche, i team di lavoro e di ricerca. I modelli qualitativi e quantitativi proposti nel libro possono essere declinati in ambiti sistemici complessi molto diversi che vanno dal management della conoscenza all’ottimizzazione dei processi innovativi.

Questo saggio rappresenta un’originale analisi delle relazioni complesse tra la fisica degli ecosistemi e il processo creativo umano. L’autore propone modelli inediti della dinamica del processo creativo dipendente dai flussi di energia e informazione nell’ambiente. Anche il punto di partenza è originale (le scienze geologiche e naturali), così come le conclusioni in ambito epistemologico e scientifico e le implicazioni in ambito tecnologico e applicativo.

SCARICA LA SCHEDA DEL LIBRO DI PAOLO DELL’AVERSANA “COMPLESSITA’, ECOSISTEMI, CREATIVITA'”

COMPLEXITY-LITERACY-750

>> Per saperne di più sui Complexity Literacy Meeting: leggi qui!


per informazioni:
complex.institute@gmail.com

Cell. +39-327-3523432