Libri presentati dai Lettori - SchedeLiteracy Meeting 2017

Pensare l’efficacia in Cina e in Occidente – Al Complexity Literacy Meeting 2017

Pensare l’efficacia in Cina e in Occidente

di François Jullien

Per il Complexity Literacy Meeting Nazionale 2017, Emilio Iannarelli, Esperto presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione Italia Sicura, presenta come Lettore il Libro:

Pensare l’efficacia in Cina e in Occidente

pubblicato nel 2006 per l’Editore Laterza

Titolo originale: Conférence sur l’efficacitè

edizione originale: 2005 – Presses Universitaires de France

CHI E’ L’AUTORE: François Jullien

François Jullien è uno dei pensatori francesi più tradotti all’estero (in circa venticinque paesi): più di venti
delle sue opere sono state tradotte in tedesco, italiano e spagnolo; una dozzina in inglese, cinese, vietnamita
e portoghese. I suoi lavori sono focalizzati essenzialmente su strategia, etica ed estetica.

(Da Wikipedia) Attualmente è professore all’Università Paris VII, direttore dell’Institut de la pensée contemporaine presso la medesima università e regge la Chaire sur l’alterité presso la Fondation Maison des Sciences de l’Homme. È stato inoltre responsabile di numerose collane della Presses Universitaires de France, ha diretto la rivista Agenda de la pensée contemporaine ed è stato presidente della Association française des études chinoises negli anni 1988-1990 e del Collège international de philosophie tra il 1995 e il 1998; gioca spesso un ruolo come consigliere in ambito economico per le imprese occidentali che vogliano aprire filiali in Cina. In Italia è particolarmente amico del filosofo partenopeo Roberto Esposito.

Per partecipare al Complexity Literacy Meeting 2017: CLICCA QUI!

 


Breve descrizione dei contenuti del Libro:

Napoleone e Sun Tzu, il razionalismo greco e l’oracolo cinese, plasmare le situazioni o adattarsi a esse,
elaborare strategie o esercitare la sapienza del non agire.
Occidentali e orientali misurano l’efficacia di un’azione secondo parametri radicalmente diversi.
François Jullien sigla un volume colto e inusuale che attinge alle sorgenti dell’immaginario delle due culture
e svela due opposti sguardi sul mondo.

Ecco perché Emilio Iannarelli consiglia questo libro:

Recentemente ho visto in tv “Arrival”, (https://www.youtube.com/watch?v=IaUYPiTiMw8) un bel film di
fantascienza, stimolante in quanto pone in modo non banale il problema della comunicazione tra civiltà
aliene. La protagonista, a cui viene dato l’immane compito di costruire da zero una comunicazione
assolutamente non equivocabili con due alieni arrivati sulla Terra con una astronave e di cui non si conoscono
minimamente le intenzioni, spiega che esiste una teoria (quella che i linguisti chiamano ipotesi di Sapir-
Whorf) secondo la quale la lingua che si usa è in grado di influenzare i pensieri, “riprogrammando” la mente.
Ebbene, Jullien, dichiarando all’inizio del libro “provengo dalla Grecia, ma ho fatto la scelta di passare per la
Cina, la sola grande civiltà che si è sviluppata al di fuori del pensiero europeo, al di fuori della nostra lingua,
al di fuori della nostra storia”, suggerisce come si possa e si debba sfruttare questa circostanza, questa
enorme distanza, per rendere meno pigro il nostro modo “occidentale” (e quindi greco) di pensare e di
guardare il mondo. In questo piccolo libro, derivato da una sua conferenza, applica all’idea di “efficacia” il
suo metodo di lavoro che è basato sui grandi scarti concettuali tra le due culture.
Emergono, in modo secondo me molto evidente e piacevole, diversi elementi strettamente connessi alla
cultura della complessità, che possono rendere il nostro immaginario e il nostro modo di parlare di
complessità più fecondo e attraente, soprattutto con quanti provengono dal mondo “del fare”.

SCARICA LA SCHEDA DEL LIBRO: Pensare l’efficacia in Cina e in Occidente

Per partecipare al Complexity Literacy Meeting 2017: CLICCA QUI!


Per approfondimenti:

Guarda il libro online – clicca qui! 

Leggi l’intervista a Jullien del Centro Studi Asia

Leggi “Jullien, François, Pensare l’efficacia in Cina e in Occidente” di Clara Mandolini su Riflessioni Filosofiche

Guarda il video dell’intervento di François Jullien al Mimesis Festival 2016:


per informazioni:
complex.institute@gmail.com
franciscovarelaproject@gmail.com

Cell. +39-327-3523432

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *