Libri presentati dai Lettori - SchedeLiteracy Meeting 2017News

Dioniso e l’ebbrezza della modernità – Al Complexity Literacy Meeting 2017

Dioniso e l’ebbrezza della modernità. Sei saggi su politica e società

di Giuseppe Goisis

Per il Complexity Literacy Meeting Nazionale 2017, Enrico Cerni, Head of Technical Training in Generali italia SpA, presenta come Lettore il Libro:

Dioniso e l’ebbrezza della modernità. Sei saggi su politica e società

pubblicato nel 2016 per Mimesis Editore

CHI E’ L’AUTORE:

Giuseppe Goisis (1944), già ordinario di Filosofia politica a Ca’ Foscari-Venezia, è impegnato sul versante dei Diritti, collaborando con il Centro Studi Diritti dell’uomo (CESTUDIR). È autore di monografie su temi e figure del pensiero politico: Sorel e i soreliani (1983), Mounier e il labirinto personalista (1988), Eiréne (2000), Il pensiero politico di Rosmini (2010). Ha curato I volti moderni di Gesù (2013); infine ha pubblicato il saggio Una guerra lungamente attesa, in Nati per morire (2015).

Per partecipare al Complexity Literacy Meeting 2017: CLICCA QUI!


Breve descrizione dei contenuti del Libro (dalla bandella laterale):

Questo libro nasce dall’intersezione fra una crisi personale, tappa di un itinerario che si cerca di ricostruire, e la ben più vasta crisi della “modernità” filosofico-politica. Si rappresenta una specie di panoramica, tesa ed appassionante, lungo i tornanti accidentati di una “modernità” davvero inquietante e complessa. Non c’è solo, alle origini, il pathos disincantato di Machiavelli ma anche l’alta profezia di Savonarola e, fra i due poli, scorre il divenire dello Stato, che vive, in maniera cruciale, il dramma del Totalitarismo, con il suo ordine del terrore. Ma si esplora anche l’ebbrezza movimentista, che sembra rivivere l’invasamento antico di Dioniso: le masse e il leader, questa la dialettica continua che anima il libro, sottolineando, assiduamente, il rischio della manipolazione e della soggezione. Nell’educazione e nell’impulso di una ragionevole speranza s’intravedono alcune vie d’uscita benefiche per l’uomo. Nel volume, non solo l’interagire di varie tematiche che danno da pensare, ma anche una varietà di registri stilistici che mira a coinvolgere il lettore.

Ecco come Enrico Cerni indica le possibili declinazioni in ambito sistemico di questo libro:

Sei saggi,  diversi tra loro, ma inanellati per consentirci di comprendere un po’ meglio questa nostra modernità volatile, incerta, complessa e ambigua come mai prima d’ora.

Giuseppe Goisis è stato ordinario di Filosofia Politica all’Università di Venezia. L’ho conosciuto di recente, a un incontro dedicato a Simone Weil. Cordiale come pochi. Mi ha impressionato per la vastità della cultura: in grado di spaziare tra domini del sapere diversissimi tra loro, com’è tipico degli intellettuali di vaglia. Al termine dell’incontro ho acquistato uno dei suoi volumi, incuriosito dal titolo: Dioniso e l’ebbrezza della modernità.

L’ho letto durante l’estate, spesso camminando su e giù  per la battigia assolata, con il libro in mano e la testa che rimbalzava tra i concetti che Goisis andava ad esporre nel testo. Credo che rimarrà per me il più bel volume letto nel 2017 e per questo lo propongo al Complexity Literacy Meeting, nell’auspicio che possa far compagnia alle riflessioni  di altre persone.

Il Totalitarismo è stato il fenomeno che ha caratterizzato il Novecento, con la costituzione di assetti statali contrapposti alla società civile, proprio perché includenti la società civile dentro loro stessi. Ebbene, il Totalitarismo, soprattutto nella fase costitutiva, nella fase dello stato nascente, presenta elementi di violenza, di violenza che nasce dal basso, contemporaneamente giustiziera e rigeneratrice, nel pensiero dei suoi sostenitori. Il linguaggio diventa anch’esso violento e pesca da tradizioni religioso-sacrali del passato, configurando assetti organizzativi che si fondano su una vera e propria “religione della Patria”. Soprattutto nella prima fase, quella movimentista, la seduzione totalitaria provoca uno scatenamento, uno scuotimento delle anime e dei corpi: tutto questo è definito da Goisis ebbrezza, ebbrezza dionisiaca, che diventa fanatismo e incapacità di conoscere e riconoscere il senso del limite entro il quale fermarsi.

Dioniso è tornato nel Novecento. Siamo nel XXI secolo: come arrestare nuovi Totalitarismi?

SCARICA LA SCHEDA DEL LIBRO “Dioniso e l’ebbrezza della modernità. Sei saggi su politica e società”:

 


 

Per partecipare al Complexity Literacy Meeting 2017: CLICCA QUI!


Per approfondimenti:

Guarda il libro online – clicca qui! 

Leggi un’intervista a Giuseppe Goisis su questo libro: clicca qui!

Leggi l’articolo “La tentazione distruttiva del Novecento ha il volto di Dioniso” su L’Avvenire: clicca qui!


per informazioni:
complex.institute@gmail.com
franciscovarelaproject@gmail.com

Cell. +39-327-3523432

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.